Madalyn Murray O’Hair, una donna incredibile.

Madalyn Murray O’Hair, una donna incredibile.

Ho scoperto questa storia che mi ha colpita. Le donne sono a volte fantastiche. pensate a cosa ha ottenuto da sola questa donna negli anni ’60!

images, nata Madalyn Mays (Pittsburgh, 13 aprile 1919 – San Antonio, 29 settembre 1995), è stata un’attivista statunitense, fondatrice dell’associazione American Atheists (“Atei americani”, A.A.) della quale fu presidentessa, apertamente o dietro le quinte, dal 1963 al 1995.

È soprattutto conosciuta per la causa, “Murray contro Curlett”, sentenza di grande importanza come punto di riferimento nella Corte Suprema e si è conclusa con il divieto della pratica della preghiera quotidiana nelle scuole pubbliche americane. La fondazione poi nel 1964 dell’A.A, la rese immensamente controversa tanto che la rivista Life la definì “la donna più odiata d’America”.

Nel 1960, la Murray ha intentato una causa (“Murray contro Curlett”) nei confronti del Sistema Pubblico Scolastico della Città di Baltimora in cui si affermava che era incostituzionale per suo figlio Bill essere tenuto a partecipare alle letture della Bibbia nelle scuole pubbliche. In questo contenzioso, ha affermato che il rifiuto del figlio di partecipare alla lettura del libro aveva portato una violenza diretta contro di lui dai compagni di classe, e che gli amministratori avevano ignorato. La causa ha raggiunto la Corte Suprema degli Stati Uniti nel 1963. La Corte ha votato 8 contro 1 a favore di Murray, con il conseguente divieto della preghiera e della lettura coercitiva delle Sacre scritture nelle scuole pubbliche degli Stati Uniti. Successivamente la Murray, che aveva già guadagnato fama internazionale, dichiarò di essere il leader del movimento per rimuovere la preghiera dall’insegnamento comune. Tuttavia, il figlio William notò più tardi che diversi casi analoghi dinanzi alla Corte Suprema avevano posto la medesima questione; semplicemente era capitato che il suo fosse deciso e diffuso prima. Intanto la Murray aveva sposato Richard O’Hair, un marine. Anche se il suo secondo matrimonio era rotto, lei rimase ufficialmente sposata con lui fino alla sua morte nel 1978.

La O’Hair presentò una querela contro la National Aeronautics and Space Administration per quanto riguarda la lettura della Genesi in Apollo 8. Ella volle che i giudici vietassero agli astronauti statunitensi, che sono tutti dipendenti del governo, la preghiera pubblica nello spazio. Il caso è stato respinto dalla Corte Suprema degli Stati Uniti, per mancanza di giurisdizione. La donna sfidò e discusse continuamente e pubblicamente i leader religiosi e le figure pubbliche su una abbondante varietà di temi. Lei si è descritta come un “libertario sessuale” e ha affermato che ai bambini in sesta classe dovrebbe essere data un’educazione sessuale e che agli esseri umani si dovrebbe consentire di impegnarsi in un rapporto come natura vuole. Era evidente che le relazioni tra le persone, come i rapporti affettivi o sessuali, non erano stati aperti a qualsiasi tipo di controllo soprattutto non da parte del governo. Dopo il suo arrivo ad Austin, O’Hair fondò la Atei Americani, “un movimento nazionale che difende i diritti civili dei non-credenti, lavora per la separazione tra Chiesa e Stato e affronta i problemi della prima politica di modifica del pubblico”. Divenne il primo capo esecutivo d’ufficio dell’associazione.

La O’Hair divenne la voce e il volto dell’ateismo negli Stati Uniti durante gli anni sessanta e settanta, di conseguenza, era una figura molto controversa. Suo figlio, William, la descrisse come “profana e volgare”, e ha detto che sua madre aveva diverse statue grottesche di animali visualizzati in bizzarri accoppiamenti, nella sua casa. In una intervista del 1965 con Playboy, lei ha sostenuto che la religione era “una stampella” e un “affidamento sulle superstizioni irrazionali e sul soprannaturale vano e senza senso”. Nella stessa occasione, la O’Hair ha dato una lunga lista di presunti episodi di molestie, intimidazioni e persino minacce di morte contro di lei e la sua famiglia per le sue opinioni. Ha letto alcune lettere violente e inquietanti che ha ricevuto per posta. Ha dichiarato di aver lasciato Baltimora a causa della persecuzione dei residenti della città che le inviavano per posta foto imbrattate di feci, che strangolavano il gattino di suo figlio Bill, e che più volte lanciarono pietre contro la sua casa, addirittura causando la morte di suo padre per un attacco cardiaco fatale.

Ha presentato numerose cause su questioni nelle quali era palese una collusione tra Chiesa e Stato in violazione della Costituzione degli Stati Uniti, tra cui una causa contro la città di Baltimora che valutava e riscuoteva le tasse sui beni di proprietà della Chiesa cattolica. La O’Hair ha prodotto un programma radio ateo in cui ha criticato la religione e il teismo, e uno show televisivo, l’American Atheist Forum, è stato condotto su oltre 140 sistemi di televisione via cavo.

Ella dunque rimase una figura polarizzante nel 1980. Ha sostenuto i discorsi di Larry Flynt durante la sua campagna presidenziale nel 1984, e continuò ad essere un ospite fisso di talk show. Jon Murray succedette a lei come capo degli Atei Americani, ma non era gradito da molti nell’organizzazione, e in varie occasioni si separò dal gruppo principale.220px-Madalyn_Murray_O'Hair

Nel 1990, l’organismo era retto dalla stessa O’Hair, oltre che dal figlio Jon e dalla nipote Robin Murray O’Hair Il 27 agosto 1995 la O’Hair, Jon e Robin improvvisamente scomparvero. La porta dell’ufficio di Atei Americani era chiusa e con un biglietto dattiloscritto allegato (a quanto pare con la firma di Jon) sul quale si affermava che “la famiglia Murray-O’Hair è stata chiamata fuori città per una emergenza. Non sappiamo per quanto tempo staremo via dal momento della stesura di questo memo”. In casa della O’Hair tuttavia i piatti della colazione erano sul tavolo, il farmaco di Madalyn per il diabete era sul bancone della cucina, e il suo amato cane era stato lasciato senza un badante. In una telefonata pochi giorni dopo, il trio ha affermato che erano in “affari” a San Antonio, Texas. Pochi giorni dopo, Jon ordinò 600.000 dollari da un gioielliere di San Antonio, ma ne prese in consegna solo 500.000. Fino al 27 settembre, i dipendenti della American Atheists e gli amici hanno ricevuto diverse telefonate da Robin e Jon, che nemmeno spiegavano il motivo della partenza o la data del ritorno; benché le loro voci risuonassero tese e turbate. Dopo il 28 settembre, nessuna altra comunicazione pervenne da uno qualsiasi degli O’Hair. La polizia ha concluso che Waters, con dei complici, aveva sequestrato tutti e tre gli O’Hair, li ha costretti a ritirare i fondi mancanti, ha effettuato diverse enormi spese folli con il denaro e le carte di credito della O’Hairs, e in seguito uccisi tutti e tre. Danny Fry, un complice, è stato ucciso pochi giorni dopo la O’Hairs, il suo corpo è stato trovato sul letto di un fiume con la testa e le mani tagliate, ma i suoi resti sono stati identificati. Waters si è infine dichiarato colpevole delle accuse. Nel gennaio 2001, Waters ha informato la polizia che i cadaveri degli O’Hair erano stati sepolti in un ranch del Texas, ed ha successivamente condotto ai corpi. Quando la polizia ha scavato nel luogo indicato, ha scoperto che i corpi degli O’Hair erano stati tagliati in decine di pezzi con una sega.

Commenti Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe piacere anche

L’istrice maledetto dal corpus cristiano- M. Onfray

“ L’istrice esprime le virtù della prudenza, della